Montepulciano Bravio delle Botti 2022: ecco tutte le info utili

  • 3Minuti
  • 549parole
  • 81visite

Torna la gara del Bravio delle Botti nel borgo di Montepulciano

Immancabile appuntamento di agosto per i toscani il Bravio delle Botti. Una delle numerose rievocazioni storiche che si svolge nello splendido borgo di Montepulciano. Ogni anno migliaia di turisti arrivano, affascinati dalla tradizionale gara. Vediamo tutto quello che c’è da sapere.

foto presa da toscanaumbriaintreno.com

Bravio delle Botti, una tradizione antica

In Toscana è impareggiabile l’attenzione che c’è per mantenere vive le tradizioni folcloristiche di borghi e città. Un impegno che viene portato avanti di generazione in generazione con passione, orgoglio e serietà. Così nel 2011 il Bravio delle Botti si è meritatamente guadagnato una menzione speciale dal Ministero della Cultura, che lo ha inserito tra le manifestazioni che maggiormente promuovono e rappresentano il patrimonio culturale italiano. Ma a quando risale il Bravio? Pensate che è un’usanza diffusa dalla fine del XIV secolo, più precisamente con una legge che regolava le contrade emanata nel 1373. Il nome deriva dal latino “bravium” e si riferisce al premio messo in palio per la contrada vincitrice, ossia un panno dipinto con l’immagine di San Giovanni Decollato, al quale viene dedicata la gara.

La gara

Abbiamo imparato le origini di questa tradizione, ma ora vediamo in che cosa consiste. Si tratta di una vera e propria gara nella quale si sfidano le 8 contrade di Montepulciano. Un tempo si gareggiava con i cavalli, oggi con delle botti di 80kg l’una. Queste vengono fatte rotolare da due spingitori eletti all’interno della contrada lungo le vie del borgo, arrivando a percorrere 1800 metri. Il punto di arrivo è il sagrato del Duomo, in piazza Grande. La gara viene preceduta da un suggestivo Corteo Storico in costume, con tanto di sbandieratori, che ci riporta indietro nei secoli con uno spettacolo incredibile.

La nuova storia del Bravio delle Botti

Nel 1974 inizia un nuovo capitolo della storia del Bravio, che porterà la manifestazione al successo di oggi. Fu da un’idea tanto stravagante quanto geniale di don Marcello del Balio che nacque il vero e proprio Bravio delle Botti. Come abbiamo detto infatti, in origine la gara si svolgeva con i cavalli. L’idea di utilizzare delle botti in un evento che si svolge a Montepulciano non è per nulla una casualità. Il borgo è famoso in tutto il mondo per il vino nobile che produce. Le botti di Montepulciano sono un elemento essenziale per la fase di invecchiamento del vino e per questo sono fondamentali per l’economia del territorio.

foto presa da rove.me

Quando si svolge il Bravio

Per tradizione il Bravio si svolge sempre l’ultima domenica di agosto, che quest’anno coincide con il 28. Tra spettacoli, tradizioni, passaggi di consegne e gara, le celebrazioni durano sostanzialmente tutta la giornata. Si comincia alle 10:00 con tutto il cerimoniale che precede la gara: viene estratto a sorte l’ordine di partenza degli atleti delle contrade, c’è la marchiatura a fuoco, lo spettacolo degli sbandieratori, il Comune consegna ufficialmente il “panno” al Magistrato delle Contrade, infine la cerimonia per offrire ceri votivi a San Giovanni, che ha luogo nella Cattedrale. Nel pomeriggio, alle 15:00 parte la sfilata storica, che raccoglie oltre 300 figuranti in costume.  È solo alle 19:00 che si dà il via alla gara vera e propria, con punto di partenza dalla pietra del Marzocco. Tutto si conclude nel giro di pochi minuti, con i festeggiamenti della contrada vincente, che conquista il Panno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.