Toscana come dire… espressioni e modi di dire toscani

Toscana come dire... espressioni e modi di dire toscani
  • 3Minuti
  • 621parole
  • 276visite

È vero che la Toscana non ha un dialetto, solo volgare, si chiamano vernacoli, la lingua è l’italiano, né più né meno: Dante si arrese, Manzoni continuò a suonare la partitura e nei Promesse Possi promosse il “dialetto toscano” come lingua ufficiale italiana.

Possiamo però pronunciare ‘in dialetto’ espressioni tipiche toscane, oltre a parole veramente sconosciute fuori regione.
A quali espressioni tipiche toscane mi riferisco e quali sono i modi di dire toscani? Ad esempio quelli che trovi qui sotto, spero soddisfino la curiosità insita nella classica domanda: “Perché in Toscana si dice …”

dialetto toscano traduzione	260	€ 0,84	
46
detti fiorentini	260	n/a	
36
modi di dire fiorentini	170	€ 0,03	
48
cencio significato	170	n/a	
57
parole toscane	170	n/a	
44
frasi toscane	170	n/a	
50
bambino in dialetto toscano	170	n/a	
50
dialetto toscano frasi	140	n/a	
45
dialetto toscano modi di dire	140	n/a	
45
frasi in toscano

Toscana come dire… espressioni e modi di dire toscani

1. Perché in Toscana si dice Granata?

“Attento ti lancio questa granata ni’ ggroppone”, ovvero, attento che se mi fai incazzare ti lancio una scopa sulla schiena, e non intendendo una bomba a mano.
In effetti, le granate non hanno nulla a che fare con l’equipaggiamento da guerra, una parola usata soprattutto a Firenze, ma alla fine in molte altre zone della Toscana, per chiamare la scopa con cui si spazza per terra.

Questo perché prima le scope venivano fatte con la saggina i rametti molto fini che mantenevano attaccate le loro bacche, dette anche coccole, ossia i grani, ed ecco qui granata.

2. Oh icché tu dici?”Cosa stai dicendo?!”

Questa frase fiorentina è usata amorevolmente da molti locali per esclamare in maniera esuberante: “Cosa stai dicendo?”, di solito è usata più in incredulità che positivamente, ma di solito è innocua.

3. Chetati!

Zitto! Calmati!

4. Barbagianni

“Stupido”, ma in modo dolce

5. Tutto briaco

Completamente ubriaco

6. Maremma!

Una parola usata quando i toscani ch3 vogliono essere educati e scelgono di non usare volgarità, una sorta di “mannaggia”

7. Babbo

La parola usata per “padre” e usata in pochissime zone d’Italia e in Toscana

8. Ma, che sei grullo?

Sei pazzo?

9. Mi garba parecchio o Non mi garba per nulla

Garbare deriva dal sostantivo garbo o grazia- e forse dall’arabo qālib “modello” – che ha come valore più antico nella lingua “forma aggraziata, linea aggraziata”. […] Pertanto, Garbare riferendosi principalmente a un piacere estetico, in lessicografia, significa “piacere, deliziare”, riferendosi a un oggetto o a una persona.

10. Essere bianco come un cencio

Cencio è sinonimo di stracci, un pezzo di tessuto consumato. “Dare il cencio”, passare lo straccio sul pavimento.
E si dice anche. “Cencio dice male di straccio.”

11.“I’cche tu aggeggi?”

Cosa combini?

12. Madonna, e gli è secco allampanaho!

Madonna, è secco allampanato! Da “lampana”, lampada, riferendosi a quando le lampade erano fatte con le membrane degli animali; quindi sei talmente magro che hai la pelle trasparente!

ne parla male cencio	3.600	n/a	
59
dialetto toscano	880	n/a	
49
proverbi toscani	880	n/a	
48
dialetto toscana	880	n/a	
48
detti toscani	590	€ 0,04	
46
desinare significato	480	n/a	
65
dialetto fiorentino	390	n/a	
43
bischero significato	390	n/a	
48
modo di dire toscano	390	€ 1,25	
45
grullo significato

Toscana Proverbi e modi di dire

I modi di dire invece, sono espressioni che vengono utilizzate nella lingua parlata per rafforzare ciò che viene espresso.

Sono molti i proverbi italiani che vengono usati quotidianamente; ma quali sono i principali detti toscani?
L’elenco è lunghissimo ma abbiamo selezionato per voi i detti più belli della nostra tradizione.

“Se la mi’ nonna avea le rote era un carretto.”

Questo proverbio ci ricorda in modo molto diretto quanto sia inutile fare congetture astratte, immaginare situazioni impossibili. “Se mia nonna avesse le ruote, sarebbe un carretto”; attraverso questi toni volutamente surreali, l’interlocutore viene riportato alla realtà, al qui e ora.
Meglio essere precisi e pensare a ciò che è veramente possibile, altrimenti potremmo sprecare il potere del cervello!

“Senza lilleri un si lallera.”

Proverbio significa che è inutile pensare al quadro generale, sviluppare progetti importanti o fantasticare di vivere una bella vita senza i soldi necessari.

“Chi si loda s’imbroda.”

“Imbrodarsi” nasce dall’atto di sporcarsi di brodo: la saggezza popolare ricorda come le persone che si lodano, si vantano davanti agli altri, possono facilmente finire per farsi del male.

Leggi anche: Toscana in 3 giorni: un itinerario per visitare la regione in poco tempo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *