Torri Firenze: tutte le torri più alte della città

Torri Firenze: tutte le torri più alte della città
  • 3Minuti
  • 507parole
  • 76visite

Toscana medievale: alla scoperta di tutte le più belle e alte torri di Firenze

Le torri, durante il Medioevo e non solo, sono state simbolo di ricchezza e potere, fatte erigere dalle famiglie nobili delle città. Ad oggi ne conserviamo alcuni esempi che possono essere considerati dei piccoli gioielli architettonici, testimoni di un passato lontano. Inoltre, offrono una vista panoramica dall’alto privilegiata, permettendo di vedere tutta la città dall’alto. Vediamo allora quali sono le più alte e belle torri di Firenze.

*immagine in evidenza presa da musefirenze.it

torri firenze  firenze medievale torri medievali torre firenze firenze nel 1300 porte di firenze torre di palazzo vecchio case torri firenze torri di firenze
foto presa da visitarefirenzein3giorni.com

Torri Firenze, le viste più spettacolari della città

Torre di Palazzo Vecchio

Se siete mai stati a Firenze non potete non conoscere Palazzo Vecchio, che è uno dei simboli della città. Dall’architettura del palazzo del Trecento spicca, con i suoi 95 metri di altezza, la Torre di Arnolfo, chiamata così in onore del progettista. Per arrivare in cima dovrete salire 400 scalini circa ma la vista della città è spettacolare da un punto così alto. Durante il percorso troverete anche delle fessure intermedie, dalle quali sbirciare.

Accesso: si accede alla torre dal Museo, pagando il biglietto. Potete scegliere se acquistare il biglietto che comprende solo la salita alla torre e il camminamento di ronda o quello cumulativo che include anche l’ingresso al museo. Noi chiaramente vi suggeriamo la seconda opzione. Ricordatevi che i bambini sotto i 6 anni non pagano.

Torre di San Niccolò

La torre di San Niccolò si trova esattamente ai piedi di Piazzale Michelangelo, uno dei punti panoramici più belli di Firenze, in piazza Poggi. Nonostante sia alta “solo” 30 metri rimane un’architettura di estrema importanza storica città perché faceva parte della cinta muraria ed è l’unica delle porte cittadine ad essersi mantenuta intatta nel tempo. Qui la scalata è meno impegnativa, perché si tratta di 160 scalini, ma la vista è comunque paragonabile a quella di Piazzale Michelangelo, con il vantaggio di essere più intima.

Accesso: purtroppo si può salire sulla torre solamente in estate, nel periodo che va dal 24 giugno al 30 settembre. Si può accedere solo nel pomeriggio dalle 17 alle 20 e si può salire solo se non piove. Il biglietto costa 6 €, ma è gratuito per i minori di 18 anni. Si può anche richiedere una visita guidata senza sovraprezzo, prenotandola alla mail info@muse.comune.fi.it.

foto presa da visittuscany.com

Il Campanile di Giotto

Considerato uno dei più bei campanili d’Italia, è una delle migliori testimonianze di architettura gotica fiorentina. Il capolavoro fu iniziato ma non terminato da Giotto, che morì prima di riuscire a concluderlo. Anche qui gli scalini sono pochi più di 400 e la torre è alta 82 metri, con tre piani dai quali potrete già godere di una vista unica sulla città. La vera meraviglia è comunque poter osservare da “vicino” la Cupola del Brunelleschi, che è solo 10 metri più in alto.

Accesso: sul retro della torre, il lato opposto rispetto alla facciata del duomo. Potete acquistare i biglietti direttamente lì, comprando il biglietto unico del Grande Museo del Duomo, che comprende anche l’ingresso alla Cupola del Brunelleschi, al Battistero di San Giovanni e alla Cripta di Santa Reparata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *