Porta del paradiso Firenze: apertura, significato esoterico, cosa rappresenta

Porta del paradiso Firenze: apertura, significato esoterico, cosa rappresenta
  • 4Minuti
  • 1049parole
  • 1015visite

La Porta del Paradiso è la porta principale del Battistero di Firenze, situata di fronte alla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, ovvero i Duomo.

La Porta del Paradiso fu realizzata dall’orafo e scultore fiorentino Lorenzo Ghiberti tra il 1425 e il 1452 e installata nel portale orientale del Battistero.
Le Porte sono state elogiate da generazioni di artisti e storici dell’arte per la loro avvincente rappresentazione di scene dell’Antico Testamento.
Nel corso del tempo, le porte in bronzo alte diciassette piedi e pesanti tre tonnellate, sono diventate un’icona del Rinascimento, una delle opere d’arte più famose al mondo.

La lavorazione dei pannelli dimostra che gli artisti fiorentini avevano padroneggiato la prospettiva lineare e l’idioma classico all’inizio del 15 ° secolo.

Secondo La Vita dell’Artista di Giorgio Vasari, la porta– un tempo conosciuta proprio come la Porta Est – fu chiamata La Porta del Paradiso da Michelangelo Buonarroti per la sua suggestiva bellezza.

Questa meravigliosa porta gioca un ruolo importante nel romanzo inferno di Dan Brown.

LA STORIA DELLA PORTA

Le prime due porte del Battistero di Firenze furono realizzate da Andrea Pisano nel XIV secolo. Queste porte sono costituite da ventotto pannelli quadrilobati, con i venti pannelli superiori raffiguranti scene della vita di San Giovanni Battista.
Gli otto pannelli inferiori raffigurano le otto virtù della speranza, della fede, della carità, dell’umiltà, della fortezza, della temperanza, della giustizia e della prudenza.

Per la terza porta, quella nord, la città di Firenze annunciò nel 1401 ufamoso concorso, al quale parteciparono sia Lorenzo Ghiberti che Filippo Brunelleschi.

Lorenzo Ghiberti vinse il concorso.
Le porte in bronzo nord comprendono ventotto pannelli, con venti pannelli raffiguranti la vita di Cristo dal Nuovo Testamento.
Gli otto pannelli inferiori mostrano i quattro evangelisti e i Padri della Chiesa Sant’Ambrogio, San Girolamo, San Gregorio e Sant’Agostino.

Una volta completata la porta Nord, a Ghiberti gli fu affidato – insolitamente, senza competizione – il compito di creare anche la porta Est, che si rivelòessere poi la più bella.

Le scene che decoravano la porta dovevano raffigurare l’Antico Testamento,ma Ghiberti aveva piena libertà di interpretazione.

Inizialmente, lo schema doveva essere molto simile alle altre porte, con ventotto pannelli. L’idea di creare qualcosa di nuovo è avvenuta durante il corso del lavoro.

Ghiberti ha deciso di ridurre il numero di pannelli a 10 e aumentare anche le dimensioni, scegliendo la nuova forma quadrata.

ghiberti firenze  porta battistero firenze  porta nord battistero firenze  le porte del paradiso  porte battistero firenze  porte del paradiso  porte del battistero di firenze  porta del paradiso ghiberti  porta paradiso firenze  battistero firenze porte  lorenzo ghiberti porta del paradiso  ghiberti lorenzo  le porte del battistero di firenze  porta in firenze  ghiberti porta del paradiso  porta del battistero di firenze  porta paradiso  paradiso firenze  porte paradiso  porta del paradiso battistero firenze  porta duomo firenze  battistero firenze restauro  portale battistero firenze  porta del paradiso di ghiberti  seconda porta del battistero di firenze

Ogni ala della Porta del Paradiso contiene cinque grandi rilievi rettangolari di scene dell’Antico Testamento, dalla Creazione a Salomone, tra bordi figurati contenenti statuette in nicchie e medaglioni con busti.

Le scene dell’Antico Testamento sono le seguenti:

  • Adamo ed Eva,
  • Caino e Abele,
  • Noè,
  • Abramo,
  • Giacobbe ed Esaù,
  • Giuseppe,
  • Mosè,
  • Giosuè,
  • Davide,
  • Salomone
  • Saba.

Sono noti per la loro vivida illusione dello spazio profondo in rilievo, che è il risultato della costruzione della prospettiva basata su una teoria matematica della rappresentazione dello spazio tridimensionale in un piano bidimensionale.
Le porte non sono solo belle, ma anche una meraviglia tecnica.

Molte delle fonti per le scene erano scritte in greco antico,ma la conoscenza del greco a quel tempo non era così comune. Allo studioso greco Ambrogio Traversari fu probabilmente affidata la traduzione.

Attraverso la Porta del Cielo, alcuni episodi della Bibbia furono nuovamente raccontati al pubblico per la prima volta dopo molti secoli.

La costruzione durò ventisette anni. 
Solo nel 1452 Ghiberti, ormai settantenne, installò gli ultimi pannelli di bronzo.

Nel corso degli anni, uno stuolo di assistenti e allievi aiutò Ghiberti, tra cui alcuni artisti già noti, come Luca della Robbia, Donatello, Michelozzo, Benozzo Gozzoli, Bernardo Cennini, e i figli di Ghiberti, Vittore e Tommaso.

La porta rimase al suo posto per secoli, ben conservata, grazie all’alta qualità del lavoro di Ghiberti.
La porta fu smantellata nel 1943 a causa dei bombardamenti della seconda guerra mondiale e nascosta in una galleria e tornò al Battistero nel 1948.

Dopo l’alluvione del 1966 alcuni pannelli furono portati all’Opificio delle Pietre Dure per essere riparati.

Nel 1990 l’intera porta è stata smontata per il restauro totale e sostituita con una copia.

ghiberti firenze  porta battistero firenze  porta nord battistero firenze  le porte del paradiso  porte battistero firenze  porte del paradiso  porte del battistero di firenze  porta del paradiso ghiberti  porta paradiso firenze  battistero firenze porte  lorenzo ghiberti porta del paradiso  ghiberti lorenzo  le porte del battistero di firenze  porta in firenze  ghiberti porta del paradiso  porta del battistero di firenze  porta paradiso  paradiso firenze  porte paradiso  porta del paradiso battistero firenze  porta duomo firenze  battistero firenze restauro  portale battistero firenze  porta del paradiso di ghiberti  seconda porta del battistero di firenze

COSTRUIRE LA PORTA DEL PARADISO FIRENZE

Durante il Rinascimento, il bronzo era molto più costoso del marmo e poneva notevoli difficoltà tecniche in un’epoca precedente alla fusione industriale.

Ghiberti realizzò la Porta del Paradiso utilizzando una tecnica nota come fusione a cera persa.

Dopo aver realizzato disegni e schizzi di modelli in argilla o cera, ha preparato rappresentazioni in cera dettagliate e in scala reale di ogni componente dei rilievi. (Alcuni scienziati e studiosi ritengono che abbia modellato i suoi rilievi direttamente in cera; altri propongono che abbia progettato un modello iniziale in un altro materiale e poi abbia realizzato una fusione indiretta in cera.)

Quando Ghiberti e i suoi assistenti finirono un modello, aggiunsero barre di cera in motivi ramificati alla schiena. L’intero rilievo è stato poi coperto con un materiale resistente al fuoco come l’argilla e riscaldato fino a quando la cera si è sciolta, lasciando uno stampo cavo.
Gli spazi che erano stati occupati dalle aste fungevano da sprues (canali) attraverso i quali il bronzo raggiungeva la superficie del rilievo.
Le sprues sono state tagliate via dai rilievi dopo la fusione, ma i loro resti sono ancora visibili sul retro di ciascun pannello.

Il lavoro di Ghiberti era finito solo a metà quando tolse i bronzi dai loro stampi. Aveva ancora bisogno di completare il lavoro di incisione (cioè martellare, intagliare, incidere e lucidare i rilievi). Utilizzando la sua formazione come orafo, ha diretto i suoi numerosi assistenti nella pulizia e nella valorizzazione dei dettagli sulla superficie del metallo.

Ghiberti utilizzò una lega di bronzo molto ricettiva alla doratura. Mescolò la polvere d’oro con il mercurio e dipinse la miscela sulla superficie anteriore di ogni rilievo. Alcune delle sue pennellate sono ancora visibili, ma, per la maggior parte, è riuscito a creare una superficie liscia e luminosa che suggerisce aria e atmosfera.

Per far aderire l’oro al bronzo, Ghiberti riscaldava ogni rilievo per bruciare il mercurio, lasciando solo l’oro al suo posto.

Questo è un processo pericoloso e infatti non viene più seguito.

ghiberti firenze  porta battistero firenze  porta nord battistero firenze  le porte del paradiso  porte battistero firenze  porte del paradiso  porte del battistero di firenze  porta del paradiso ghiberti  porta paradiso firenze  battistero firenze porte  lorenzo ghiberti porta del paradiso  ghiberti lorenzo  le porte del battistero di firenze  porta in firenze  ghiberti porta del paradiso  porta del battistero di firenze  porta paradiso  paradiso firenze  porte paradiso  porta del paradiso battistero firenze  porta duomo firenze  battistero firenze restauro  portale battistero firenze  porta del paradiso di ghiberti  seconda porta del battistero di firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.