Mostre Toscana 2023: ecco cosa aspettarsi

Mostre Toscana 2023: ecco cosa aspettarsi
  • 4Minuti
  • 902parole
  • 780visite

Non perdere l’occasione di vivere alcune delle Mostre Toscana e altri meravigliosi eventi locali che questa regione ha da offrire. La Toscana è sede di molte città storiche e città carismatiche, entrambe le quali ospitano eventi emozionanti e affascinanti durante tutto l’anno.

Partecipare a un festival, una sagra o evento locale ti darà una vera sensazione della vera Toscana, ma non sono da meno le mostre nei musei e non solo, che ti permetteranno di immergerti nella cultura locale. Imparerai di più sulla storia e la cultura di questa regione artistica e visivamente sbalorditiva.

La Toscana ospita una grande varietà di eventi diversi per tutti i gusti.

L’articolo verrà aggiornato man mano che usciranno nuovi eventi.

Mostre Toscana 2023: ecco cosa aspettarsi

1) Gli Etruschi di Casanevole. Passato remoto di una comunità 

Al’intenro del Museo Archeologico e d’Arte della Maremma e si articola in un percorso di quattro diversi spazi in cui il pubblico può seguire lo sviluppo della necropoli dal IV al III secolo a.C.
La mostra è visitabile fino all’8 gennaio 2023 dalle 10.30 alle 18.30 dal martedì alla domenica.

2) La grande arte senese dal Medioevo al Novecento

Il 15 settembre 2022 ha aperto al pubblico, ospitato dal complesso museale Santa Maria della Scala a Siena, la grande mostra “Arte Senese – Dal tardo Medioevo al Novecento”, nelle collezioni del Monte dei Paschi di Siena a cura di Laura Bonelli.

L’esposizione racconterà la storia dell’arte senese presentando al pubblico una serie di capolavori conservati nelle collezioni della Banca Monte dei Paschi di Siena.

Fino all’8 gennaio 2023 in mostra opere di maestri del calibro di Pietro Lorenzetti, Tino di Camaino, Stefano di Giovanni detto il Sassetta, Giovanni Antonio Bazzi detto il Sodoma, Domenico Beccafumi, Bernardino Mei, Cesare Maccari e Fulvio Corsini che permetteranno di ripercorrere il secolare amore di Siena per le arti figurative, attraverso alcune grandi personalità artistiche capaci di affermarsi in Toscana e non solo.

arte in toscana	30	n/a	
53
mostre a firenze oggi	30	€ 0,22	
43
mostre arte contemporanea firenze	30	n/a	
36
mostre lucca oggi	30	€ 0,24	
39
mostre pittura firenze	20	n/a	
43
mostre oggi a firenze	20	€ 0,41	
42
toscana mostre	20	n/a	
57
arte contemporanea toscana	20	n/a	
59
eventi in toscana questo week end	20	n/a	
53
prato mostre in corso
mostre toscana oggi	10	n/a	
61
toscana opere d'arte	10	n/a	
53
mostre in toscana oggi	10	€ 0,49	
60
mostre prato oggi	10	n/a	
34
opere d'arte toscana	10	n/a	
53
mostre eventi toscana	10	n/a	
59
mostra fotografica toscana

Sassetta, Adorazione

3) I Macchiaioli a Palazzo Blu

La mostra “I Macchiaioli” a Palazzo Blu a Pisa, dall’8 ottobre 2022 al 26 febbraio 2023 ripercorrerà l’entusiasmante rivoluzione dei Macchiaioli, che hanno dato vita a una delle più originali avanguardie della seconda metà del XIX secolo che ha influenzato profondamente anche il mondo del cinema, da Luchino Visconti a Martin Scorsese.

L’esposizione racconta l’eccitante avventura di un gruppo di giovani pittori progressisti, toscani e non, che desiderosi di prendere le distanze dall’istituzione accademica nella quale si erano formati, giunsero in breve tempo a scrivere una delle più poetiche e audaci pagine della storia dell’arte non solo italiana.

La mostra di Palazzo Blu raccoglie le opere “chiave” di questo percorso tra cui straordinari capolavori – dalle Cucitrici di camice rosse di Borrani a Il canto di uno stornello di Lega, alla Battaglia di Magenta di Fattori, in tutto oltre 130 opere, per lo più capolavori provenienti da collezioni private, solitamente inaccessibili, e da importanti istituzioni museali.

Giovanni Fattori, In vedetta

4) La moda degli anni ’60 al Museo del Tessuto

Tuffo nella moda anni ’60 al Museo del Tessuto di Prato dal 17 settembre 2022 all’8 gennaio 2023 con la mostra “Mr & Mrs Clark. Ossie Clark and Celia Birtwell | Fashion and Prints 1965-74”.

Nel museo sarà esposto un importante nucleo di abiti provenienti dalla collezione e archivio di Massimo Cantini Parrini, e rari capi provenienti dalle collezioni private di Celia Birtwell da Londra e Lauren Lepire da Los Angeles..

Forse ancora poco noto al grande pubblico il linguaggio di Ossie Clark e Clelia Birtwell, coppia nella vita e nel lavoro, ha contribuito a creare il mito della Swinging London con i suoi lunghi e coloratissimi abiti fluidi, geometrie stilizzate, bouquet floreali e fantasie ispirate all’arte.

Clark e sua moglie Celia Birtwell hanno segnato per sempre il quartiere bohémien della West London, che ospitava la nuova generazione di giovani brillanti e rivoluzionari.

I loro abiti sono stati indossati da star del calibro di Brigitte Bardot, Liz Taylor, Verushka, Mick Jagger, Brian Jones, Keith Richards, Jimi Hendrix, Marianne Faithfull, Anita Pallenberg, Eric Clapton, George Harrison, Bianca Jagger e Marisa Berenson.

mostre toscana oggi
mostre in toscana	170	€ 1,33	
57
mostre in corso a firenze	140	€ 0,70	
50
mostre siena	140	€ 1,19	
50
siena mostre	110	€ 1,34	
45
arte toscana	70	n/a	
50
mostre fotografiche toscana	50	n/a	
52
mostre d'arte a firenze	50	€ 0,27	
43
mostre arte firenze	40	€ 0,90	
44
toscana arte	40	n/a	
48
mostre firenze oggi

Jim Lee Ossie Clark, Plane-Crash, 1969

5) Leonardo Dudreville in mostra a Lucca

All’inizio del Novecento sono molte le realtà artistiche che cercano una nuova estetica e, tra queste, il gruppo Nuove Tendenze fondato a Milano nel 1913 dal critico Ugo Nebbia e dall’artista Leonardo Dudreville, cui la Fondazione Ragghianti a Lucca dedica dal 15 ottobre 2022 all’8 gennaio 2023 la mostra “Nuove Tendenze. Leonardo Dudreville e l’avanguardia negli anni Dieci“, a cura di Francesco Parisi.

Grazie ai materiali provenienti dall’Archivio Leonardo Dudreville di Monza e da varie collezioni private e pubbliche, l’esposizione analizza alcuni momenti dell’avventura artistica di Leonardo Dudreville, partendo dalla sua visita con Umberto Boccioni allo studio di Vittore Grubicy, fino alle incursioni nella tecnica divisionista, ed esponendo un corpus di opere prodotte tra il 1904 e il 1919.

Opere e documenti, pubblicazioni, lettere, fotografie, cartoline raccontano come il gruppo Nuove Tendenze sancisca la nascita di un progetto espositivo autonomo e autosufficiente, che portò in Italia una posizione estetica d’avanguardia.

Leonardo Dudreville, Meriggio a Borgotaro, 1908, Mart-Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto

6) Settantadue nomi – Italian Garden

Dal 20 maggio 2022 al 30 giugno 2023 tra le Mostre Toscana 2023, menzioniamo a Montelupo Fiorentino – Parco della Villa Ambrogiana, via del Parco

7) 4 artisti per 4 leoni

Dal 6 luglio 2022 al 30 luglio 2023 A Firenze – Trattoria 4 Leoni, piazza della Passera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *