Abbadia San Salvatore: Città delle Fiaccole 24 Dicembre 2022

Abbadia San Salvatore: Città delle Fiaccole 24 Dicembre 2022
  • 4Minuti
  • 885parole
  • 155visite

Il fuoco che depura, il fuoco che rianima…così vedrai svolazzare le scintille verso il cielo di notte scuro, e il calore ardente si diffonderà lentamente sotto i vestiti, riscaldando il viso e l’anima nel freddo crepuscolo di dicembre…dove? Ad Abbadia San Salvatore!

Per le strade, canti armoniosi coronavano le risate gioiose e serene di quanti si erano radunati in piazza per riallacciare amicizie e conoscenze: è la notte della vigilia di Natale ad Abbadia San Salvatore, la notte delle “antiche tradizioni”, la notte delle fiaccole.

Ogni 24 dicembre, il bellissimo borgo medievale di Abbadia San Salvatore vicino al Monte Amiata, torna per le feste più belle.
Una ricorrenza abbastanza sacra da non avere memoria, così antica da perdersi nella notte dei tempi, la notte delle fiaccole (una pila di legna da ardere alta sette metri) non è solo un momento di attesa del Natale da vivere come in un sogno, non solo è un aggiornamento di ciò che è stato tramandato di padre in figlio, un rituale ancestrale tramandato di nonno in nipote, ed è il perfetto culmine di un’era senza precedenti radicata nel cuore e nel DNA di ogni residente di Abbadia.

La cerimonia si tiene ogni anno come una cerimonia tradizionale.

Alle 18, in un momento intimo e spettacolare che può radunare centinaia di persone, inizia la cerimonia delle luci chiamata”Benedizione del Fuoco“, che delineerà l’inizio della serata.

La banda suona canti natalizi e le fiaccole o torce, sono state accese davanti al municipio. Adesso i capi torcia prendono le loro fiaccole ardenti per accendere le fiaccole di una decina di altre sparse per il centro storico e altrove nel paese del Monte Amiata.
Uno spettacolo ricco di fascino e da vivere per un Natale unico che non troverai in nessun’altra parte del mondo.

san salvatore	4.400	n/a	
52
abbadia	590	n/a	
51
s salvatore	480	€ 0,65	
50
comune di abbadia san salvatore	480	n/a	
63
comune abbadia san salvatore	390	n/a	
56
abbazia san salvatore	260	n/a	
44
s.salvatore	260	n/a	
33
abbadia s. salvatore	170	€ 0,47	
53
abbadia s salvatore	170	€ 0,28	
53
cap abbadia san salvatore

Contatti

Emailinfo@cittadellefiaccole.it

Cosa vedere ad Abbadia San Salvatore?

  1. L’Abbazia: risalente all’anno 1035, situata al centro del paese, è stata per tanto tempo il fulcro di un grande potere esercitato dai monaci sul territorio. E’ l’edificio sacro che dà il nome al comune di Abbadia San Salvatore e, grazie anche al ruolo di grande prestigio di cui godeva, possedeva notevoli tesori di oro e argenteria. La maggior parte dei reperti sopravvissuti sono collocati nel moderno museo allestito nell’ala est. Tra i reperti di maggior valore ricordiamo: il Cofanetto Scoto-Irlandese: è un reliquiario rettangolare di piccole dimensioni. Reliquiari simili si trovano soltanto in Irlanda ed in Scozia ma quello presente nell’Abbazia ha una ornatura metallica che ne fa un pezzo unico, datato alla metà del secolo VIII. Una Copia della Bibbia Amiatina: da un esemplare proveniente dal monastero di Vivarium in Calabria due abati fecero eseguire tre copie di cui la Bibbia Amiatina è la sola superstite. La Casula di San Marco papa: la casula riccamente decorata viene attribuita al santo patrono e il Reliquiario di San Marco Papa: eseguito nel 1381 in bronzo dorato e al suo interno è custodito il capo del santo.
  2. Parco Museo Minerario Abbadia San Salvatore Monte Amiata:
    una ex miniera dove fino al 1972 si estraeva il cinabro per ricavarne mercurio. Oggi si può scendere nelle viscere della terra e visitare le gallerie, accompagnati da un ex minatore che racconta quali erano le condizioni di vita e di lavoro sottoterra. Un’esperienza davvero unica!
    Un museo molto ben realizzato e pieno anche di installazioni multimediali che spiegano la vita della miniera sotto vari punti di vista, da quelli scientifici a quelli storici fino alle lotte sindacali. Bellissimo il piccolo giro nelle galleria della miniera su un trenino elettrico simile a quello dei minatori. Ci sono officine, sale di produzione, abitazioni, in parte visitabili. Consigliato soprattutto con i bambini.

Cose da fare quando siete ad Abbadia San Salvatore – BAGNI SAN FILIPPO

  1. Escursioni sul Monte Amiata: salire sulla vetta del Monte Amiata, la grande montagna madre in primavera e in estate sarà bellissimo passeggiare per i sentieri di trekking o fare un’escursione in bicicletta, in autunno potrete ammirare i mille colori cangianti delle foglie mentre d’inverno potrete ciaspolare sulla neve fino alla cima, da cui si gode un panorama indimenticabile.
  2. Assaggiare la Torta Ricciolina: la torta di pastafrolla farcita di crema al cioccolato, nocciole e meringa.
  3. Rilassarsi alle Terme Pubbliche dei Bagni San Filippo: ci troviamo a meno di 10 chilometri da Abbadia, in queste terme naturali a cielo aperto, alimentate da acque iper-termali alla temperatura di 48°, che posseggono proprietà analgesiche, antinfiammatorie e miorilassanti sulle articolazioni, oltre che fluidificanti sulle mucose.
    Qui si può gratuitamente usufruire, presso la Cascata della Balena Bianca, di bagni termali liberi nel fiume o anche in piccole vasche calcaree costruite artificialmente e poi cementificate dallo stesso scorrere dell’acqua. Spettacolare la
  4. formazione della stupefacente “Balena Bianca”, l’enorme formazione calcarea che si è formata a partire dagli anni ‘60 del Novecento, quando le acque di scarico dello stabilimento, ricche di calcio, un tempo rilasciate più a valle, vennero indirizzate nell’ attuale posizione. Il suo nome deriva dalla sua massiccia conformazione che la fa assomigliare al minaccioso cetaceo Moby Dick narrato da Melville nel suo romanzo.
    La frequentazione in epoca storica di queste acque è molto lunga: è testimoniata già da ritrovamenti di rovine termali di epoca romana, ed è illustrata dalla preferenza accordata a questo centro di cura da personaggi illustri come Lorenzo il Magnifico. Il Machiavelli la menziona peraltro nella sua famosa opera la Mandragola.
abbadia san salvatore  abbadia san salvatore meteo  abbadia san salvatore hotel  abbadia san salvatore mappa  abbadia san salvatore ristoranti  abbadia san salvatore siena  abbadia san salvatore cap  abbadia san salvatore agriturismo  abbadia san salvatore monte amiata  abbadia san salvatore si

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *